Chi siamo 2018-10-25T09:10:57+00:00

IL VERO DOTTORE, UOMO DI SCIENZA MA SOPRATTUTTO DI COSCIENZA

La ROMAIL “Vanessa Verdecchia” Onlus nasce nel dicembre 1984 come sezione autonoma dell’AIL – Associazione Italiana contro le Leucemie, Linfomi e Mieloma. L’associazione romana opera per lo sviluppo e la diffusione delle ricerche scientifiche sulle leucemie e per il miglioramento dei servizi e dell’assistenza socio-sanitaria in favore dei Pazienti e delle loro famiglie. Leucemie e linfomi sono malattie che possono colpire chiunque, senza distinzioni di sesso o di età, mentre il mieloma si manifesta negli adulti e soprattutto degli anziani. Fino a qualche anno fa le possibilità di cura di tali malattie erano scarse, ma oggi, grazie ai progressi della ricerca e allo sviluppo di terapie sempre più efficaci, la vita di un’alta percentuale di malati ematologici si è allungata, la sua qualità è migliorata ed esiste la concreta possibilità di guarire definitivamente.
I risultati in questo campo sono evidenti, ma per sconfiggere queste patologie è necessario fare di più: anche per questo, accanto agli sforzi di tutti, dei medici, degli infermieri, dei biologi e dei tecnici, c’è ROMAIL “Vanessa Verdecchia”.

CONSIGLIO DIRETTIVO

Presidente
Maria Luisa Viganò

Vice Presidenti
Anna Maria Tomassini

Segretario
Cecilia Calcagni

Consiglieri
Vito Alfonso Gamberale
Rosalba Spalice
Gregorio Brunetti

Collegio dei Revisori

Alessandro Capriccioli
Antonio Caiaffa
Filippo Capriccioli
Paola Marchese

LE NOSTRE PRINCIPALI REALIZZAZIONI

In questi anni ROMAIL ha avuto un ruolo importante nella lotta contro leucemie, linfomi e mieloma. Infatti, è grazie all’aiuto di tanti sostenitori che molti progetti di ricerca e di assistenza si sono potuti concretizzare. 

Nelle attività di supporto al centro di Ematologia del Policlinico Umberto I di Roma, sono stati realizzate numerose imprese, tra queste:

Nella sede di Via Benevento 6: oltre ai nuovi laboratori già esistenti, è stato completamente ristrutturato il Reparto Pediatrico dell’Ematologia del Policlinico Umberto I grazie al co-finanziamento di ROMAIL, della Banca d’Italia e di “Trenta Ore per la Vita”.

Nella sede di Via Rovigo 1: l’intero stabile donato dalla Banca d’Italia, trovano spazio i nuovi e moderni laboratori di ricerca del Policlinico, e la “scuola in ospedale”, dalle elementari alle superiori.

Nella sede di Via Forlì 36: la “Residenza Vanessa”, nata per ospitare i pazienti e i loro familiari che risiedono fuori Roma, acquistata con il finanziamento della Banca di Roma e realizzata con il contributo della “Partita del cuore” (Stadio Olimpico di Roma 3 Giugno 1992).

Questo sito usa i cookie Usiamo cookie tecnici, analitici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando "SÌ, ACCONSENTO" ci autorizzi a usare i cookie di remarketing e profilazione: in questo modo potremo conoscerci meglio, servirti contenuti personalizzati e ottimizzare le spese, per destinare più fondi ai nostri progetti. Ci dai una mano? Sì, acconsento