L’ematologo risponde2019-03-29T20:16:23+00:00
LE NOSTRE ATTIVITÀ - L'EMATOLOGO RISPONDE
NON DIMENTICHIAMO MAI
IL VALORE DI UNA RISPOSTA

L’istituzione del servizio gratuito “l’Ematologo risponde” è dedicata al ricordo del Professor Franco Mandelli
ed esprime la volontà di continuare a declinare gli insegnamenti che ci ha lasciato in eredità.
Avere sempre come obiettivo primario il bene del Paziente, rispondere in prima persona a tutti coloro che direttamente o indirettamente
sono coinvolti nel difficile percorso di una malattia ematologica, esserci, senza risparmiarsi mai: questa era la sua aspirazione di cui vogliamo seguitare a farci interpreti.


DOTT. GREGORIO ANTONIO BRUNETTI

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Roma nell’anno accademico 1993/94, ha espletato il servizio militare in qualità di Ufficiale Medico di Complemento presso il Carcere Militare “Forte Boccea” in Roma, fino al novembre 1998, e si è specializzato in Ematologia (Università di Roma).

Dal dicembre 1999 al dicembre 2000, quale vincitore di una borsa di studio annuale ADSPE – associazione operante presso il centro trasfusionale universitario Policlinico Umberto I –  si è occupato di donazione di sangue intero autologo e omologo e attività ambulatoriale per i donatori volontari.

Dal maggio 2000 collabora con ASDOM, servizio di assistenza domiciliare per malati ematologici in fase avanzata terminale o in regime di dimissione protetta, operante presso la clinica Ematologia dell’Università “La Sapienza” di Roma, svolgendo attività programmata e di reperibilità h 24.

Ha seguito il Corso di Perfezionamento sulle cure palliative, anno accademico 2000-2001, istituito dall’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” in collaborazione  con Associazione “Antea onlus” operante in Roma e il Corso di assistenza domiciliare, anno 2001, organizzato dall’Ordine dei medici di Roma.

Ha conseguito il Master post universitario di Formazione Professionale in “medicina palliativa e terapia del dolore” della Scuola Medica Ospedaliera in collaborazione con Associazione Sue Rayder (Ia edizione 2004).
Dall’ottobre 2005 è dirigente medico di primo livello presso l’Ematologia dell’Azienda Policlinico Umberto I, operante presso il servizio di assistenza domiciliare e terapie palliative e del dolore e al Pronto Soccorso Ematologico.

Si occupa in particolare di: diagnosi e cure del dolore nelle malattie Ematologiche e in generale di tutte le altri sindromi del dolore; attività di assistenza domiciliare per la continuità della cura in pazienti con malattie ematologiche in fase avanzata-terminale di malattia; ospedalizzazione domiciliare e dimissione protetta in pazienti in terapia attiva di malattia; terapie domiciliari in pazienti in fase cronica di malattia; gestione delle emergenze nelle Malattie Ematologiche.

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Roma nell’anno accademico 1993/94, ha espletato il servizio militare in qualità di Ufficiale Medico di Complemento presso il Carcere Militare “Forte Boccea” in Roma, fino al novembre 1998, e si è specializzato in Ematologia (Università di Roma).

Dal dicembre 1999 al dicembre 2000, quale vincitore di una borsa di studio annuale ADSPE – associazione operante presso il centro trasfusionale universitario Policlinico Umberto I –  si è occupato di donazione di sangue intero autologo e omologo e attività ambulatoriale per i donatori volontari.

Dal maggio 2000 collabora con ASDOM, servizio di assistenza domiciliare per malati ematologici in fase avanzata terminale o in regime di dimissione protetta, operante presso la clinica Ematologia dell’Università “La Sapienza” di Roma, svolgendo attività programmata e di reperibilità h 24.

Ha seguito il Corso di Perfezionamento sulle cure palliative, anno accademico 2000-2001, istituito dall’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” in collaborazione  con Associazione “Antea onlus” operante in Roma e il Corso di assistenza domiciliare, anno 2001, organizzato dall’Ordine dei medici di Roma.

Ha conseguito il Master post universitario di Formazione Professionale in “medicina palliativa e terapia del dolore” della Scuola Medica Ospedaliera in collaborazione con Associazione Sue Rayder (Ia edizione 2004).
Dall’ottobre 2005 è dirigente medico di primo livello presso l’Ematologia dell’Azienda Policlinico Umberto I, operante presso il servizio di assistenza domiciliare e terapie palliative e del dolore e al Pronto Soccorso Ematologico.

Si occupa in particolare di: diagnosi e cure del dolore nelle malattie Ematologiche e in generale di tutte le altri sindromi del dolore; attività di assistenza domiciliare per la continuità della cura in pazienti con malattie ematologiche in fase avanzata-terminale di malattia; ospedalizzazione domiciliare e dimissione protetta in pazienti in terapia attiva di malattia; terapie domiciliari in pazienti in fase cronica di malattia; gestione delle emergenze nelle Malattie Ematologiche.

FAI LA TUA DOMANDA ALL’EMATOLOGO

Compila il form, poni la tua domanda e inviala.
Ti risponderà il dottor Gregorio Antonio Brunetti entro 48 ore.


AVVERTENZA: 
Importante ricordare che ogni informazione di carattere medico, sanitario, scientifico e inerente la salute delle persone riveste carattere di indicatività, costituendo opinione medico-scientifica in nessun caso sostitutiva del parere o delle prescrizioni del personale medico curante. Le indicazioni di massima per il trattamento di particolari patologie riflettono esclusivamente quanto rappresentato dal richiedente. Si invita, pertanto, a non sospendere e/o interrompere alcun trattamento di qualsiasi genere sulla base delle indicazioni di massima qui riportate, posto che per la cura di ogni patologia è di fondamentale importanza l’esame obiettivo del paziente e il rapporto diretto con il proprio medico curante.

* I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.

INFORMATIVA

ex art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679 (in seguito “GDPR”)

Gentile Signore/a,

La informiamo che AIL – SEZIONE ROMAIL VANESSA VERDECCHIA ONLUS (di seguito “ROMAIL”) in qualità di Titolare del trattamento, tratterà – per le finalità e le modalità di seguito riportate – i dati personali da Lei forniti, nell’ambito dell’iniziativa “L’Ematologo risponde” e, segnatamente:

a) Nome;
b) Contatto e-mail;
c) Dati sanitari relativi al quesito da Lei posto, unitamente a quelli contenuti nella documentazione sanitaria da Lei eventualmente allegata.

I dati di cui alla lettera c) si qualificano come “particolari”, ai sensi dell’art.9 del GDPR.

  1. Base giuridica e finalità del trattamento.

Il trattamento anzidetto è fondato sul Suo consenso ed è finalizzato a:

1.1. Erogarle il servizio “L’Ematologo risponde”;

1.2. Il trattamento dei dati di cui alla lettera b) è basato sul legittimo interesse dell’Associazione a promuovere la propria mission ed è finalizzato a rimanere in contatto con quest’ultima attraverso l’invio di materiale cartaceo e newsletter, fermo il Suo diritto a “disiscriversi” laddove non intenda più ricevere dette informazioni.

  1. Modalità del trattamento

Il trattamento dei Suoi dati personali è realizzato con l’ausilio di mezzi elettronici, per mezzo delle operazioni indicate all’art.4 n. 2) del GDPR e precisamente: il trattamento dei Suoi dati personali potrà consistere nella raccolta, registrazione, organizzazione, consultazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, cancellazione e distruzione dei dati.

Nel dettaglio, Lei dovrà compilare il form di registrazione, accessibile dal sito www.romail.it, area “Le nostre attività – l’Ematologo risponde”. Una volta all’interno del form, dovrà compilare i campi anagrafici e l’apposito spazio relativo al quesito medico. I suoi dati anagrafici e particolari verranno scorporati al momento dell’invio, laddove i primi confluiranno nel gestionale ROMAIL, mentre i secondi nell’account e-mail del professionista che risponderà al quesito da Lei posto direttamente da tale account.

  1. Obbligatorietà del conferimento

Il conferimento dei dati di cui alle lettere a), b) e c) per le finalità di cui al punto 1.1. e 1.2. è obbligatorio. Un eventuale rifiuto, comporta l’impossibilità di fornire il servizio richiesto.

 

  1. Ambito di comunicazione dei dati

Dei suoi dati verranno a conoscenza in qualità di Responsabili i professionisti medici volontari che, di volta in volta, risponderanno al quesito da Lei posto. I dati particolari non saranno oggetto di diffusione, né comunicati a soggetti terzi. Inoltre dei suoi dati potranno venirne a conoscenza quali Responsabili, le società che gestiscono i database ove Lei è inserito.

  1. Trasferimento dei dati all’estero.

5.1. I dati personali sono conservati anche su server ubicati in UE. Resta in ogni caso inteso che il Titolare, ove si rendesse necessario, avrà facoltà di spostare i server anche extra-UE. In tal caso, il Titolare assicura sin d’ora che il trasferimento dei dati extra-UE avverrà in conformità alle disposizioni di legge applicabili ed in particolare quelle di cui al Titolo V del GDPR.

5.2. Al di fuori delle ipotesi di cui al punto 5.1., i Suoi dati non saranno trasferiti extra–UE

  1. Periodo di conservazione dei dati

6.1. I dati di cui alla lettera a) e b) verranno conservati fino a quando Lei manifesti di non voler più rimanere in contatto con l’Associazione o non chieda di “disiscriversi”dal servizio di newsletter.

6.2. I dati di cui alla lettera c) saranno conservati per il tempo strettamente necessario alla risposta da fornire e comunque non oltre 6 mesi.

La verifica sulla obsolescenza dei dati oggetto di trattamento rispetto alle finalità per le quali sono stati raccolti e trattati viene effettuata periodicamente.

  1. Titolare del trattamento

AIL – SEZIONE ROMAIL VANESSA VERDECCHIA ONLUS

Via Rovigo, 1

00161 – Roma

Pec: amministrazioneromail@pec.it

  1. Responsabile della protezione dei dati

L’Associazione ha nominato un Responsabile per la protezione dei dati contattabile al seguente indirizzo: dpo@romail.it

  1. Diritti dell’interessato

In qualunque momento potrà conoscere i dati che La riguardano, sapere come sono stati acquisiti, verificare se sono esatti, completi, aggiornati e ben custoditi, chiederne la rettifica o la cancellazione ai sensi degli artt. 16 e 17 GDPR. Avrà inoltre diritto ricevere i dati personali da Lei forniti e trattati con il suo consenso, in un formato strutturato, di uso comune e leggibile da dispositivo automatico e di revocare in qualsiasi momento il consenso eventualmente prestato relativamente al trattamento dei dati.

Ai sensi dell’art. 21 GDPR, avrà il diritto di opporsi in tutto od in parte, al trattamento dei dati per motivi connessi alla Sua situazione particolare; qualora i dati siano trattati per finalità di marketing diretto avrà il diritto di opporsi in ogni momento al relativo trattamento per tale finalità.

Tali diritti possono essere esercitati attraverso specifica istanza da indirizzare tramite raccomandata – o pec – al Titolare del trattamento.

Ha inoltre diritto di proporre reclamo al Garante per la Protezione dei Dati Personali.

Avvertenze di Rischio

Anche in conformità alle “Linee guida in materia di trattamento di dati personali per finalità di pubblicazione e diffusione nei siti web esclusivamente dedicati alla salute”, emesse dal Garante per la protezione dei dati personali con il Provvedimento n. 31 del 25/1/2012, pubblicato sulla G.U. n. 42 del 20/2/2012, ROMAIL, gestore del presente sito www.romail.it, segnala che in alcune parti del sito stesso è consentito all’utente fornire propri dati personali, anche di natura particolare, in quanto relativi alla salute, al fine di ottenere informazioni e/o servizi, di partecipare ad iniziative e/o a forum/blog, a specifiche sezione del portale.

A tale proposito, ROMAIL segnala che, immettendo dati personali particolari collegati a dati identificativi, si può essere individuati con la propria specifica patologia.

Al fine di tutelare al massimo grado la riservatezza dell’utente, ROMAIL ha adottato i seguenti provvedimenti nell’ambito del presente servizio: i dati particolari inseriti contenuti nel quesito saranno trattati in maniera disgiunta da quelli anagrafici, posto che i primi saranno trasmessi esclusivamente al Professionista, mentre gli anagrafici a ROMAIL.

I dati di contatto forniti (quali ad esempio l’indirizzo di posta elettronica) non sono mai pubblicati sul sito, ma esclusivamente utilizzati per fornire le informazioni o il servizio richiesto dall’utente.

Rispetto ai contenuti eventualmente immessi dall’utente nelle pagine di raccolta dati per l’ottenimento di informazioni e/o di servizi del sito (esempio: domande su questioni attinenti la salute, dati relativi alla salute per aderire ad uno specifico servizio, ecc.), ROMAIL avverte di valutare con la necessaria attenzione i dati personali forniti, con particolare riguardo al fatto che attraverso tali dati sia possibile risalire, anche in maniera indiretta, alla propria identità o all’identità di terzi (ad esempio attraverso il riferimento a luoghi, persone, circostanze e contesti).

ROMAIL assicura comunque che i dati personali eventualmente forniti non saranno disponibili agli altri utenti del sito e che saranno trattati per le sole finalità e con le modalità indicate nella presente informativa.

Comunica altresì che i dati raccolti non sono indicizzabili e reperibili dai motori di ricerca generalisti, tipo Google e Yahoo.

L’utente è invitato a prendere visione della presente “Avvertenza di rischio”, apponendo un segno di spunta in un’apposita casella sempre presente nelle pagine di raccolta dati, in calce alle richiamate informative.

La presente “Avvertenza di rischio” è aggiornata al 6.12.2018.


Carica ed invia file allegato (pdf, jpg, png, txt, doc, docx, dim. tot. max 5MB)



Questo sito usa i cookie. Usiamo cookie tecnici, analitici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando "SÌ, ACCONSENTO" ci autorizzi a usare i cookie di remarketing e profilazione: in questo modo potremo conoscerci meglio, servirti contenuti personalizzati e ottimizzare le spese, per destinare più fondi ai nostri progetti. Ci dai una mano? Sì, acconsento